In maglia nera come i Silverbacks

Silverback

E’ ufficiale: ci sono i presupposti per ripartire….

Ieri su un campo difficile, ieri,  di fronte ad una muraglia biancorossa, ieri, con una squadra in piena zona play-off, ieri non abbiamo avuto paura.

Ieri, per la prima volta in questo campionato, abbiamo visto una squadra che, arpionato un pareggio che sembrava impensabile, non ha pensato altro che a vincerla questa partita.

Ieri abbiamo visto qualcosa che ancora non va in difesa (3 titolari su 4 cambiati, e con giocatori di caratura nettamente inferiore ai partiti….), ma abbiamo anche visto che 2 giocatori che sanno far girare la palla come Colombatto e Scozzarella possono far girare bene anche la squadra giocando assieme.

Ieri abbiamo (intra)visto Petkovic Bruno, non Petkovic Giovanni, (il gemello panzone), andare a prendere i cross in difesa, far salire la squadra, fare partire il taglio micidiale in area (vero Eramo ?).

Ieri abbiamo (ri)visto il grande Igor, il valorizzatore, quello che fa giocare meglio gli altri, quello che fa gol nei momenti topici (vero spezzini ?)

Ieri abbiamo visto non dato un rigore grande, no problem, magari ne vedremo dati altri di piccoli…. ma se……ma se…..

Questo abbiamo visto ieri

E domani ?

Domani Cuore & Cugghiuna, perchè la cifra tecnica non è scomparsa, perchè (forse) l’Imperatore ha riaperto la porta dello spogliatoio, perchè (forse) adesso hanno capito…

Domani bisogna ruggire, aggredire, essere cattivi, domani bisogna essere gorilla di montagna, silverbacks che non hanno paura di nulla, in attesa di tornare ad essere ghepardi, veloci e letali….

Perchè in questa savana io, il Leone, il re incontrastato che domina invincibile, il più forte di tutti,  ancora non lo ho visto…..

Giovanni Lipari

Verona, 14.11.2016

Un pensiero su “In maglia nera come i Silverbacks

  1. Giovanni meu un articolo bellissimo, quello che abbiamo visto domenica ci fa rincuorare e sperare, i nostri giocatori si sono risvegliati dal lungo torpore estivo, il cammino è ancora molto lungo e pieno di insidie, ma se ci faranno rivedere di che pasta sono fatti una salvezza si può raggiungere.
    Caro Beppino, anche se la realtà del Nostro club è quella che tu giustamente hai evidenziato, in sostanza siamo ( Beppino, Giovanni, Antonino, Tanino, Piero, Marcello e il sottoscritto ), direi di stare, almeno Noi ” VICINI VICINI ” promettendoci di fare il possibile per condividere, tramite il Nostro sito e incontri, anche per un semplice caffè, i nostri pensieri, dubbi e speranze Granata, e perchè no ricordare i momenti simpatici e allegri passati insieme in ferie e durante le Nostre mitiche trasferte.
    Se Tanino è riuscito a recuperare una stanza per la Nostra Sede, lunedì dopo la partita del Nostro Trapani, fisseremo la data per inaugurare la sede, e anche se saremo i solamente i ” Soliti Noti ” va bene lo stesso. Per quanto riguarda lo striscione al Bentegodi mi è dispiaciuto moltissimo, purtroppo nel momento in cui ho saputo che la Questura, comunque, non avrebbe consentito l’ingresso dello striscione, ho preferito non provare neanche perchè non mi andava di supplicare un semplice personaggio per farmi la grazia e sentirmi dire, dopo diverse insistenze, ” va bene per questa volta…..”, i nostri ex soci ci sono riusciti con la loro faccia da c………
    Picciotti speriamo che come l’anno scorso, dopo Perugia, tutto possa cambiare.
    Forza TRAPANIIIIIIIIIIIIIIII
    Za Cuncittina pi si e pi no un viaggio a Maronna iò u facissi.
    Picciotti dove vediamo la partita Lunedì? io ho i cannoli e il marsala e questa volta li mangiamo prima della partita.

Lascia un Commento