Via col vento !

download

Bene. Punto e a capo.

Trasferte finite, televisione finita, partite finite.

Black-out sui tifosi del Nord del Trapani Calcio.

Mai mi sarei aspettato di vedere i fuochi artificiali in uno stadio, in un intervallo di una partita di calcio: qualche altra volta sì, ma lontani, brillare sul Garda.

Più vivido, più bello, più palpitante il ricordo di più di 45 anni fa….allasthraco, con papà e mamma saliti a vedere quelli sparati dall’Isoliddhra, perché alla Marina c’era troppa gente.  Ma i fuochi nello stadio…no.
Fuochi che sancivano non solo una disfatta sul campo (prevista nei tempi e nel punteggio, appena prima di entrare allo stadio, vero Piero ?), non solo l’epilogo di una annata balorda lottando contro un onda gigantesca, contro la tempesta perfetta…..Ma come contro la tempesta perfetta, arrivati al colmo della cresta, ad un passo dalla vita la nostra barca si è rovesciata e la banchina è rimasta vuota.

Domani è un altro giorno, è facile citare Rossella O’ Hara: ma “ l’altro giorno ” ci ha portato una catastrofe ancora – se possibile – peggiore della prima: si apre un vaso di Pandora, sbuca fuori di tutto e nel gorgo invincibile del Maelstrom viene risucchiato il nostro Presidente, la Dirigenza, i suoi sodali politici e chi doveva rappresentare il Trapani Calcio in un diabolico intreccio tra affarismo, politica marcia e pallone.

Non riesco ad odiare il Comandante: lo abbiamo chiamato così per anni, con la “C” maiuscola, maiuscola non solo nello scritto ma anche nel parlare: il Comandante, si scrive così e si legge così, con la C maiuscola.

Ha preso una banda di giovanotti e ci ha consegnati un frutto che aspettava di essere colto da 108 anni…. Ma cosa ha fatto per riuscire a coglierlo ?

Non si condanna nessuno prima del processo e quindi sospendiamo ogni giudizio, poi vedremo…..

E il Trapani Calcio ? Dal gorgo del Maelstrom gli eroi di “Ventimila leghe sotto i Mari” riemergono vivi, e si risvegliano dall’incubo nel capanno di un pescatore; e noi ? Noi ci risveglieremo in una ospitale capanna ?

Girano, da più parti, voci di un possibile ripescaggio grazie a dissesti finanziari di altre Società salvatesi sul campo….ci credo poco e poi, soprattutto, siamo certi che non saremo NOI incapaci di iscriverci non dico in B ma anche in Lega Pro ? La Proprietà si solleverà dal colpo esiziale che ha colpito la Azienda nelle sue fondamenta ?

Credo che non sia in pericolo non solo il Trapani Calcio, ma anche e soprattutto la sua Proprietà. Forse un altro politico che ambisce ad un ricco serbatoio di voti si farà paladino della nostra “rinascita”, della nostra “salvezza”, e ci porterà un altro imprenditore….Lo osanneremo riconoscenti, fino alla prossima telefonata…

O forse non ci sarà nessuno e allora ripartiremo da nuovi derby con Paceco, Dattilo e…. Marsala….

Lascia un Commento